Le 20 più belle spiagge abruzzesi

Il litorale è una miniera di paesaggi, bellezze, spiagge deserte e biodiversità che si susseguono lungo tutte le spiagge abruzzesi.

Ma facciamo qualche esempio:

  • 1 area marina protetta
  • 13 bandiere blu 2021
  • 3 parchi nazionali
  • 40 km di Costa dei Trabocchi
  • fondali bassi
  • natura selvaggia a picco sul mare
  • 9 bandiere verdi (riconoscimento a spiagge per famiglie con bambini)
  • pineta a perdita d’occhio

I chilometri di costa sono tanti, per questo abbiamo stilato una lista delle 20 spiagge più belle dell’Abruzzo dove trascorrere le vacanze.

Partiremo dalla riviera teramana, (detta delle 7 sorelle) visto che ben il 67% dei visitatori le sceglie come zona dove trascorrere le proprie vacanze in Abruzzo.

spiaggia in Abruzzo

Martinsicuro

Come molta parte delle migliori spiagge abruzzesi, più della metà dei 6 km di costa di questo piccolo centro, sono caratterizzati da spiaggia libera e di sabbia sottile. Alle spalle c’è una ricca macchia mediterranea caratterizzata da canneti, superati i quali si apre l’arenile dal colore bianco. Il paesino è diviso dalla confinante regione marchigiana dal fiume Tronto, superato il quale è possibile visitare il Parco Naturale Sentina, dove è possibile avvistare numerosi uccelli migratori, mammiferi e rettili. E’ consigliatissimo anche andare con i bambini visto che il percorso è semplicissimo e la bellezza è in ogni angolo, nello stato più selvaggio e incontaminato della spiaggia di Martinsicuro.

hotel di martin sicuro

Hotel Mediterraneo

  • Servizio Spiaggia + noleggio bici
  • Pensione Completa
  • vicino al mare

Tortoreto

Fra le spiagge più belle d’Abruzzo non poteva mancare questo piccolo gioiellino della costa. Tortoreto lido rappresenta la meta ideale per chi vuole tutto ciò che più caratterizza la vacanza in Abruzzo. Mare pulito e cristallino, palme e pini sul lungo mare in cui si può giocare in tutta libertà vista la grandezza che lo contraddistingue. La sabbia è bianca, donando all’intero pezzo di costa adriatica un’atmosfera tropicale.

Inoltre per chi avesse voglia di parchi acquatici consigliamo una visita all’Acqua Park Onda Blu. Scivoli, piscine e tantissimo divertimento tipico di queste strutture.

Per i padroni degli amici a 4 zampe, segnaliamo la Pet Beach Tortoreto, in cui Fido è libero di fare il bagno, saltellare godersi le vacanze.

Alba Adriatica

lungomare di Alba Adriatica

Mare cristallino, bandiere blu rinnovate da anni, e ampia scelta sia per chi ama le spiagge libere e per chi invece vuole tutti i confort di quelle attrezzate. La cittadina si distingue per un effetto ottico alla luce del sole che rende le spiagge abruzzesi di color argento, un vero incanto. Ma perché viene scelta sempre e puntualmente da molte famiglie con bambini?

Semplice! Il lungomare della cittadina ha un cuore di pineta! Proprio così! La pineta che dista 70 metri dalla riva del mare abruzzese, permette a bambini e genitori di godersi il mare anche nelle ore più calde, godendosi il freschetto dei pini, e permettendo anche deliziosi pic-nic, a due passi dalla battigia.

Da segnalare la presenza di un parco giochi per bambini alla fine del lungomare, direzione nord, che si affaccia sulla spiaggia.

Giulianova

Quasi 5 km di spiaggia con sabbia dorata, delimitata da 2 piccoli fiumi, uno a nord, il Salinello, e l’altro a sud, il Tordino. Giulianova Lido rimane una zona più moderna e caratterizzata da Hotel e Villaggi. Verso l’interno invece il paese si sviluppa con atmosfere più medioevali, con case antiche e molto vicine fra loro, che disegnano vie e stradine strette.

Meta irrinunciabile per i più piccoli è Giocolandia, un parco divertimenti con anche un’area dedicata all’incontro con animali da fattoria.

Gran parte dell’arenile è provvisto dei vari lidi che forniscono i servizi spiaggia con lettini e ombrelloni. Mentre una piccola parte dei 5 km rimane spiaggia libera. Da segnalare la spiaggia dedicata ai cani, Unica Beach. Il cuore pulsante del paesino si trova sul lungomare, protagonista delle passeggiate serali d’estate e dei vari eventi organizzati. E’ percorso anche dalla ciclabile, che prosegue lungo le altre città costiere vicine.

Il mare viene da 10 anni premiato con la bandiera blu, e anche le spiaggia ha ricevuto la bandiera verde, riconoscimento dato agli arenili adatti ai bambini.

Roseto degli Abruzzi

Prima di parlare di Roseto, bisogna svelare subito un piccolo segreto che nascondono i 10 km di spiaggia abruzzese.

spiaggia cologna

Cologna Spiaggia

2 km di costa subito al di là di Giulianova, si trova un piccolo gioiellino: Cologna. In realtà è una frazione delle più nota Roseto, eppure in questi 2 km ci sono ingredienti che in tanti (soprattutto negli ultimi anni) cercano:

  • Riserva naturalistica del Borsacchio: selvaggia, nascosta, poco frequentata e incantevole. Il suo meglio lo dà in bassa stagione, ma anche con qualche bagnante di troppo non perde il suo fascino.
  • Spiaggia libera
  • Parcheggio gratuito
  • macchia mediterranea alle spalle
  • mare cristallino
  • Foce del fiume Tordino, con un insolito mix di colori e suggestioni fra acqua dolce e salata che si incontrano

A Cologna passa anche la ciclabile che collega tutte le 7 sorelle dell’Adriatico, ma se state pensando di trascorrere le vacanze in questa zona, allora questo angolo di paradiso merita una sosta dedicata.

Villaggio Stork sulla spiaggia di Cologna

villaggio stork

Villaggio Stork 

  • Servizio Spiaggia + miniclub
  • Pensione Completa
  • affacciato sul mare

Roseto (Rosburgo)

Rosburgo era il vecchio nome del comune fino al 1927, che poi divenne l’odierno Roseto degli Abruzzi. Sin dalla fine dell’800 la località era caratterizzata per il suo turismo estivo.

Ma cosa fa oggi di questo località di mare in Abruzzo una delle mete più iconiche?

Roseto alterna, un po’ più delle altre sei sorelle, spiagge autenticamente selvagge e libere, a quelle con lettini e ombrelloni. E’ certamente quella con la costa più estesa, quasi 10 km, senza far mancare pineta sul lungomare, ma anche tanto shopping ed eventi.

Gli altri ingredienti li condivide con le altre sorelle, ossia bandiere blu da tanti anni di fila, ma anche bandiera verde, avendo un occhio particolare verso i bambini.

Pineto degli Abruzzi

Andiamo dritti al cuore di questa località delle spiagge abruzzesi: quasi 5 km di pineta che accompagnano l’intera costa di Pineto. Una pineta che rappresenta l’alleata più grande per le famiglie che con i bambini hanno il solito problema di coniugare 2 elementi in contrasto fra loro: da una parte il torrido caldo dell’estate fra le 13 e le 16 e dall’altra l’inarrestabile voglia dei bimbi di rimanere fuori in spiaggia. Il dolce freschetto della pineta rappresenta una vera ancora di salvezza dunque sia per la fazione bambini pestiferi che per quella genitori disperati.

Da segnalare nella parte più a sud la Torre del Cerrano, monumento storico risalente al XIV secolo, e ad oggi luogo pieno di fascino e carico di un atmosfera rilassante.

Silvi Marina

Sicuramente fra le più tranquille località marine della zona. Ideale per chi ha voglia di godersi il mare in uno stabilimento, visto che le spiagge libere scarseggiano, e per chi non è amante delle serate mondane. Volendo vivere un po’ la vita notturna basterà spostarsi nella vicina Roseto.

La località conferma da anni la bandiera blu e un lungomare con pista ciclabile e negozi dove sbizzarrirsi nello shopping.

Unicità delle spiagge Abruzzesi: Costa dei Trabocchi

La costa dei trabocchi (ci siamo spostati più a sud, provincia di Chieti) merita una vacanza dedicata a scoprirne tutto il fascino e la bellezza. Le protagoniste sono queste macchine da pesca simili alle palafitte, costruite e ancorate sugli scogli della costa abruzzese, che in tempi antichissimi (si pensa addirittura ai tempi dei fenici, ma è più provabile intorno al 1200) erano usati per tirare su con la rete i banchi di pesci vicini alla costa. Oggi sono diventati per lo più ristoranti dove mangiare dell’ottimo pesce fresco.

Scopriamo insieme le spiagge abruzzesi caratterizzate da questi giganti di legno.

San Vito

trabucco di San Vito

Sono tante le spiaggette che si possono scegliere nella zona si San Vito, ma un must è andare dalla caletta scelta da D’Annuncio nell’estate del 1987. Ancora oggi è presente la villetta privata dove lui alloggiò. E’ possibile anche visitarla. Ma al di là della dimora, è di sicuro di grande effetto sdraiarsi sulla spiaggia e pensare a come quello stesso scenario ispirò il poeta italiano.

Spiaggia Punta Aderci

spiaggia di punta aderci

Spiaggia totalmente priva di qualsivoglia struttura, bar, chioschetto, nè tantomeno servizi spiaggia. Semplicemente ciottoli bianchi, mare cristallino, e la Punta fatta di scoglietti che si immergono gradualmente in mare. Proprio adiacente alla spiaggia si trova uno dei trabocchi più belli e suggestivi della ragione. Uno spettacolo dunque potersi fare il bagno in un luogo che è davvero fuori dal tempo e dai circuiti turistici.

Spiaggia del Cavalluccio

Qui ci troviamo su una spiaggia tipica dell’intera zona: scogli di media e grande dimensione lungo tutta la costa, e l’iconica macchina da pesca in legno che si erge come un gigante. Proprio nelle vicinanze ci sono vari ristoranti dove poter gustare piatti tipici. E non mancano anche stabilimenti che permettono un maggiore confort nel vivere il mare. Consigliamo di visitare il borgo fra i più belli d’Italia Rocca San Giovanni.

Spiaggetta della foce

Nei pressi di Rocca San Giovanni, si apre questa piccola spiaggia che con i tipici ciottoli di sabbia bianca permette di godersi il mare anche sdraiandosi con un telo. Consigliamo di portarsi un sotto-telo più spesso per godere di un maggiore confort. Nelle vicinanze ci sono ristoranti e bar.

Punta isolata

ciclabile

Questo è un tratto baciato dalla natura: davanti vi troverete il mare nella sua dimensione più selvaggia e pura, e dietro una piccola pineta tutta da scoprire e con la giusta organizzazione anche da sfruttare con un pic-nic o aperitivo. In questo caso il ragno di legno è diventato un meraviglioso ristorantino sospeso sul mare. La particolarità di poterla percorrere in bicicletta rende il tutto ancora più magico.

Fossacesia

panoramica di fossacesia

Chi l’ha detto che la costa in questione sia solo scogli e sassi e natura selvaggia? La spiaggia di Fossacesia infatti è un mix di sabbia sottile e un bel lungomare con negozi e locali. Un’alternativa valida a chi vuole staccare dalla modalità wild che va per la maggiore nell’intera zona. Da segnalare nella parte più a sud lo York Bech Dog, dedicata ai nostri amici in quattro zampe.

Spiagge Torino di Sangro

Diciamolo subito: uno dei posti più suggestivi e incantati nella costa dei trabucchi. Sia per gli amanti della natura che per chi ha esigenza particolari, come le famiglie con bimbi piccoli. Il motivo? Dovremmo dire i motivi! Scopriamoli insieme:

  • Riserva naturale Lecceta: 175 ettari di macchia mediterranea proprio dietro la spiaggia. Fra lecci e roverelle sarà possibile avvistare il picchio verde e quello rosso, il gruccione e anche le tartarughe terrestre.
  • Ristoranti e bar non mancano anche se la zona rimane fuori dalla massa turistica
  • Sabbia fine e ciottoli, qualche scoglio immerso nei fondali, rendono questa spiaggia amica dei bambini ma anche di chi ama fare snorkeling
  • Trabocco le Morge: utilizzato per il suo scopo originario, ossia la pesca, per la quale vengono fatti delle dimostrazioni ai visitatori. Un modo semplice e affascinante per capire come venivano usati. Consiglio: prenotare!

Il Golfo di Vasto

sirenetta di Vasto

A conferma della grande varietà geologica delle spiagge abruzzesi, si aprono come un fiore in primavera i 7 km del Golfo di Vasto, piccola cittadina sul mare. La spiaggia è fra le più larghe della costa.

Si passa dalla zona a nord dove svetta per l’attrattiva che suscita la presenza di un monumento che raffigura una giovine donna su uno scoglio nel bel mezzo del mare: la sirenetta di Vasto. Statua in bronzo dall’effetto magico e filmico.

Al centro del lungomare la spiaggia si allarga per fare posto ai lidi con lettini, ombrelloni e chioschetti. Hotel e case subito dietro al lungomare, assolutamente godibile la passeggiata in questo arco marino.

Più a sud la spiaggia diventa più selvatica, e anche la macchia mediterranea si riprende il suo spazio subito dietro il mare. Passeggiata al mattino per godersi l’alba super consigliata.

Hotel di Vasto

Hotel San Giorgio

  • Servizio Spiaggia
  • Pensione Completa
  • a 50 metri dal mare

Spiaggia di San Nicola

E per la serie le meraviglie non finiscono mai: la spiaggetta nascosta di San Nicola. Sabbia fine e bianca, mare di una trasparenza che rende visibile i fondali anche senza mascherina. E per chi ama lo snorkeling proprio a 50 metri c’è la scogliera, con l’immancabile macchina di legno da pesca abruzzese.

Torricella

Piccola e sconosciuta caletta, nelle vicinanze di Sant’Onofrio, dove poter godere di un piccolo spazio di sabbia e poi scogli, scogli e ancora scogli a perdita d’occhi.

San Salvo Marina

giardino botanico

La costa qui è molto simile a quella di Vasto , spiaggia di sabbia dorata. Ma a ben vedere c’è una piccola chicca che rende la visita obbligatoria per chi ama il mondo dei parchi: il giardino botanico Mediterraneo, rarissimo caso di spazio verde dunale. Oltre a essere habitat per vegetazioni marine come il ginepro, leccio, rosmarino tipici della macchia mediterranea, all’interno tendono a formarsi piccoli stagni diventati risorsa essenziale per molti uccelli migratori come il cavaliere d’Italia. Da segnalare anche la presenza della tartaruga palustre.

scroll to top