Capo Vaticano spiagge: consigliate da chi ci vive

Scopriamo tutto su capo vaticano spiagge

Capo vaticano svetta come orso appostato sulle spiagge calabresi. Il promontorio, da cui la località prende il nome, è alto 150 m dal mare. Al suo interno vengono coltivati preziosi prodotti, come la cipolla rossa e le erbe selvatiche da cui si ricava il più famoso degli amari calabresi.

Capo Vaticano, quel mare, ora tanto decantato, quelle spiagge, quei declivi pieni di ginestre e fichi d’India, quelle fantastiche rocce, tanta ricchezza naturale

 

Queste parole dello scrittore veneto G. Berto, datate 1962, fanno capire come la bellezza del posto ha sempre colpito i visitatori, scopriamo quindi insieme cosa rende unico questo territorio, uscendo dai soliti cliché e dalle spiagge più note, ci addentreremo nelle spiagge capo vaticano scelte dalla gente del posto. Quale miglior consigliere?

Capo vaticano spiagge

top-capo-vaticano-spiagge

Mai stati a Capo vaticano? Prima di guardare qualche foto sparsa sul web, facciamo un gioco, immaginando un luogo:

  • più a sud di Barcellona e delle Baleari
  • nella parte più a ovest della Costa degli Dei
  • 125 metri di promontorio alle spalle di 7 km di spiaggia frastagliata
  • sabbia bianca, ciottoli, scogli, sabbia fine e setosa
  • strade che costeggiano il mare percorribili in macchina fino alla spiaggia
  • spiagge segrete, conosciute solo da chi ci vive
  • 17 mila posti letto, per 1 milione di turisti che arrivano anche dalla parte ionica
  • itinerari a piedi e immersioni sul lungo costa
  • Festival musicali e sagre con le eccellenze culinarie calabresi

A Capo vaticano spiagge e calette sono la garanzia di puro divertimento per tutte le esigenze. In che senso? Basta vedere la ricchissima diversità di spiagge che la natura ha regalato a questo piccolo territorio. Per le famiglie sono presenti spiagge di sabbia sottile, in alcune zone vi sono piscine naturali formate da scogli, e anche in giorni in cui il mare è mosso, rendono il bagno dei piccoli sicuro e divertente. Per chi ama l’attività sportiva i villaggi offrono campi sportivi di calcio, pallavolo, tennis. Gli scogli poi sono l’habitat ideale per una multitudine di pesci e animali marini che faranno incantare gli amanti dello snorkeling.

Spiaggia Grotticelle

spiaggia-grotticelle

Dopo una piccola stradina in discesa si arriva ad un parcheggio amplio dove poter lasciare la macchina e in tutta comodità andare verso la spiaggia libera. La sabbia è sottile e bianca, il bagno-asciuga è con sassolini tipo ghiaia, dove sicuramente le scarpine da scoglio ci possono dare una mano ad essere più disinvolti. La spiaggia andando verso sud finisce su un’insieme di scogli che degradano in mare. Andando verso nord, la spiaggia continua in un altra baia, meno larga, ma con il mare quasi sempre calmissimo, grazie alla presenza di scogli sommersi che garantiscono una certa tranquillità dalle onde.

Pro: un luogo irripetibile, adatto a bambini e ad amanti dello snorkeling

Contro: molto affollato in alta stagione

Spiaggia Baia di Riaci

baia-di-riaci

Anche qui si arriva in macchina fino ad un grandissimo parcheggio. Nei giorni più affollati, si può anche contare su un parcheggio privato che conta centinaia di posti anche all’ombra. Ma veniamo al momento in cui si raggiunge il sublime. Ovvero piedi in spiaggia e la prima cosa che noterete è questo enorme scoglio ad 15 m dalla riva che emerge dalle acque azzurre.

Molto probabilmente noterete qualche ragazzo tuffarsi dalla parte più alta. Come ci è arrivato? Lo scoglio ha un collegamento con la spiaggia che lo rende quasi un istmo. Per cui niente di meglio che farsi una passeggiata fino a raggiungerlo per poi ritornare in spiaggia con una piccola nuotata.

Pro: a nord, dove sembra finire la spiaggia, in realtà comincia una baia nascosta ai più, lontani dal caos e con l’ombra naturale del promontorio

Contro: la strada in macchina per arrivarci potrebbe essere tenuta meglio

Spiaggia “Praia i focu”, solo per pochi

praia-i-focu

Ma dove andare per stare soli a contatto con la parte più pura di Capovaticano e le sue spiagge? La risposta è la piccola spiaggetta della Praia i focu. Appena 90 metri di sabbia bianca e sottile, con la scogliera alle sue spalle e scogli ai due lati, che fanno da guardiani a questo piccola perla della Calabria.

Unica nota dolente è la difficoltà nel raggiungerla. Vi sono 3 opzioni:

  • Attraverso degli scalini a cui si ha accesso solo da una strada privata ed impervia, ma spesso è chiusa (per cui potreste arrivare fin lì e dover rinunciare)
  • Via mare, lasciando l’ombrellone nella vicina spiaggia del Tono, con una nuotata lungo-costa,(per chi è allenato)
  • In alternativa in barca, si arriva a questo piccolo angolo di paradiso, in tutta sicurezza

Pro: spiaggia sconosciuta ai turisti, e poco frequentata anche dalla gente del posto

Contro: difficoltà nel raggiungerla

Spiaggia del tono

Spiaggia di sabbia bianca e a tratti con ciottoli, faraglioni verso sud, dove la spiaggia si incurva. Piccolo chiosco dove poter fare aperitivo sotto il sole rosso del tramonto. Tra le spiagge di capo vaticano, questa è quella in cui vi capiterà più spesso di sentire il dialetto del posto, segnale del fatto che è un luogo stupendo scelto proprio da chi ci vive e conosce bene questa piccola perla.

Pro: parcheggio ampio e spiaggia molto lunga che permette di non ammassarsi agli altri

Contro: se si arriva troppo tardi la mattina, è possibile trovare un po’ di traffico verso la strada

Scopri le nostre offerte mare in Calabria

Capo vaticano cose da vedere

faro-capovaticano

L’accoppiata capo vaticano spiagge, è certamente la parte più caratteristica del territorio, ma al contempo, vi sono anche una serie di altre piccole e preziose possibilità che permettono di conoscere i lati più genuini e interessanti. Ne abbiamo selezionati alcuni.

Faro di Capo Vaticano: da un’altezza di 102 metri, su una roccia a picco sul mare, si erge, in tutta la sua maestosità, il Faro. Un luogo da cui godere di un panorama unico e al contempo un crocevia per imbarcazioni di oggi (tanti turisti) ma anche del passato.

Estate a Casa Berto: Festival di letteratura, giornalismo musica e cinema. Un evento dove insieme alle più note firme del giornalismo e della letteratura si vive la cultura all’interno di un territorio da favola.

Sagra della cipolla di Tropea a Ricadi. In tutte le sue declinazioni, dal salato al dolce, il prodotto simbolo di un territorio, è il protagonista assoluto in una serata a cielo aperto piena di aromi e sapori da vivere.

Escursioni capo vaticano

Da Niccolò a Grotticelle, 6 km di passeggiata, in un sentiero per tutti (dislivello di 90 m), con una tempistica stimata in 1 ora e 45 minuti di passeggiata che dal piccolo centro di San Niccolò, vi porterà ad affacciarvi sulla spiaggia simbolo di Capo vaticano: Grotticelle. Nel cammino potrete incontrare anche le famose erbette selvatiche dalle quali viene ricavato il famoso amaro calabrese. Ma il percorso partendo dal paese dà la possibilità anche di prendere tutto ciò che vi potrà essere utile nel cammino.

capo-vaticano-spiagge-escursioni

Le escursioni in un territorio di questo tipo, non si limitano ad essere fatte solo a piedi. Infatti la costa frastagliata si presta benissimo ad essere scoperta attraverso canoe, kajak, e per i più pigri, piccole barche che permettono di vedere il lato nascosto di Capo vaticano. Fra le più suggestive consigliamo di partire dalla spiaggetta in località Trotta, lato meridionale della costa, e spingersi verso sud, oltre il primo grande scoglio. Da lì si apriranno una serie di calette, anche fatte di sabbia bianca. Un luogo in cui non troverete altro che gabbiani, conchiglie sulla riva, e la fresca ombra del promontorio di Capo Vaticano.

Scopri le nostre offerte nella Costa degli Dei

scroll to top