Vuoi viaggiare al prezzo + conveniente che mai con il nostro Black Friday? 

Sconto del 15% su TUTTO, solo per venerdì 29 novembre

 

Black Friday...più vittime di Jack lo Squartatore? Strano ma vero!

Ogni anno il Black Friday fa girare miliardi di acquisti in tutto il mondo. Basti pensare che solo negli Usa, nel venerdì nero 2018, si calcola che oltre 80 milioni di persone hanno fatto compere per un totale di 57 miliardi di dollari. Come se tutti gli abitanti di Argentina e Spagna, in quel giorno facessero acquisti. Si fa fatica ad immaginare come un fenomeno del genere possa essere gestito per i negozianti. Non è un caso infatti che negli anni il Black Friday abbia collezionato dei numeri di incidenti impressionante. Per 12 volte rivelatisi addirittura mortali. Perfino Jack lo Squartatore ha causato meno vittime. Ma prima di conoscere alcune storie incredibili legate a questa giornata (tutte con un lieto fine), cerchiamo di capire l'origine di questa giornata.

Black Friday...perché nero?

Sulle origini del nome le ipotesi sono due:

  1. Inchiostro! Agli albori del Black Friday i conti si compilavano a penna.  Per cui si utilizzava l'inchiostro rosso per quelli in perdita e il nero per quelli in attivo. Altri tempi rispetto a oggi! A fine giornata di quei venerdì, i fogli contabili erano caratterizzati tutti dal colore nero! Una gioia per i contabili!
  2. Nel 1961, a Philadelphia, i maxi sconti duravano solo quel venerdì. Erano centinaia di migliaia i cittadini che si riversavano sulle strade, creando quella che ancora oggi è ricordata dalla polizia locale come la giornata nera per il traffico dell'intera città!
 

Col tempo si cercò di cambiarlo in Big Friday, ma il nome di quel giorno è rimasto attaccato come un marchio indelebile. Con il tempo il Black Friday ha varcato i confini statunitensi, diventando la giornata degli acquisti con grandi sconti, per diversi paesi del mondo. In particolare nel Messico, la giornata viene chiamata " El Buen Fin", ovvero il fine settimana buono!

Le 8 storie da Black (Violence) Friday!

Abbiamo raccolto le storie più assurde legate ad incidenti dovuti al Black Friday, ma per fortuna in nessuno di questi casi ci sono state conseguenze tragiche. Ad ogni modo però sono vicende che faranno riflettere.

Peter un commesso sottopressione!

Peter, il commesso addetto alla cassa ricorderà a lungo il suo black Friday. Molti negozi da qualche anno, optano per fare orario continuato anche di notte, nel tentativo di evitare l'ammasso di gente. Il rovescio della medaglia si trova nei turni esasperanti dei commessi, che si trovano a coprire dei tempi lunghi. Peter dopo la sua sua 14esima ora di turno (con mezz'ora di pausa) si è ritrovato a terra. Per i soccorsi arrivati non ci sono stati dubbi. Peter aveva avuto un principio d'infarto, dovuto, si intuisce facilmente, al suo turno di lavoro no limits!

2000 persone in fila

A Long Island, di fronte ad un'enorme negozio di oggetti per la casa, ben 2000 persone in fila. Dopo le ore di attesa, i più vicini al cancello di entrata hanno cominciato a spingere fino al punto di rompere i cardini del portone d'entrata. I dipendenti a quel punto hanno improvvisato un cordone umano nel tentativo di bloccare l'avanzata pazza dei clienti fino a dentro il negozio. Risultato? 9 feriti e 4 arresti.

Clienti che diventano magazzinieri

Proprio per evitare problemi del genere, una nota azienda di elettrodomestici, ha disposto l'apertura del proprio negozio in orario continuato. Pensando così di evitare il problema della formazione di lunghe file davanti ai negozi. I clienti dunque hanno fatto il loro ingresso già di notte, quando ancora però la merce in sconto non poteva essere esposta. A quel punto i clienti girando per il negozio hanno individuato il magazzino nel quale i prodotti erano ancora parcheggiati per poi essere messi sugli scaffali. A nulla sono valsi i tentativi del personale del negozio. I clienti infatti non curanti delle regole, hanno cominciato a spacchettare la merce presente in magazzino e metterla nel loro carrello. Se vi state chiedendo che fine avevano fatto i magazzinieri la risposta è: ospedale con prognosi riservata.

Voleva solo uscire dal negozio

Quella delle porte d'ingresso è un vero e proprio problema durante in black Friday. Ne sa qualcosa il signor Harvey, dipendente del negozio di elettronica, che ancor prima che le porte d'ingresso si aprissero di fronte ad una folle di clienti imbizzarriti, aveva la necessità di uscire un attimo nel parcheggio. Non aveva però considerato le conseguenze una volta aperte la porta di fronte a quel pubblico spazientito. La gente infatti ha scambiato l'apertura della porta come fosse il via all'acquisto.  La conseguenza per il povero signor Harvey è stata la frattura dell'anca, travolto inesorabilmente dalla folla incontrollata!

Non c'è rispetto per le vecchiette

Siamo nel Minnesota, all'ingresso di un grande negozio di abbigliamento.  Tutti sanno che l'apertura è prevista per le 8:30, eppure la gente è in fila già dalle 3 del mattino. Il motivo? Chi entra per primo potrà accaparrarsi le migliori offerte prima degli altri. Fra queste persone c'è Meladine, una 71 enne che ha conquistato le primissime posizioni proprio davanti al portone d'ingresso. Alle 7:59 il negozio apre le sue porte, e la gente dietro senza alcun rispetto, comincia a spingere, a tal punto da travolgere Meladine che cade a terra. Soltanto l'intervento provvidenziale dell'uomo della sicurezza ha permesso all'anziana donna di non essere anche calpestata dalla folla, che comunque non curante continuava a passare in preda all'acquisto!

Armata di spray

Margaret alla serena età di 67 anni aveva deciso di non essere più vittima dei soliti prepotenti del Black Friday. Si era proprio stufata di vedersi passare ogni volta davanti i soliti bulli dalla spinta facile. Per questo "pensò bene"  di portare con sé lo spray al peperoncino e cominciare a spruzzarlo all'impazzata una volta dentro al negozio. Arrivata alla cassa con i suoi prodotti è stata subito fermata e portata nella stazione di polizia più vicina. Però che soddisfazione per lei aver potuto mettere KO un'intera folla di clienti impazziti!

Parcheggiatori violenti

Anche il parcheggio dei negozi è stato teatro di numerose vicende. Una, per esempio, vede 2 protagonisti che di fronte all'ultimo parcheggio rimasto cominciano a litigare e a passare dall'insulto ai fatti. Un buon uomo che si trovava li vicino non ha resistito alla tentazione di placare gli animi dei due contendenti ed è intervenuto mettendosi in mezzo. Purtroppo però la rabbia dei 2 parcheggiatori violenti si è abbattuta sul malcapitato pacificatore, che si è trovato a prenderne da tutte le parti senza un perché!

Si era illuso di avercela fatta ma..

Erano anni che Reynold provava a sfruttare il black Friday per l'acquisto di un nuovo televisore da 52 pollici. Ma ogni volta la storia si ripeteva. Ovvero lui in fila davanti al negozio già ore prima dell'apertura. Entrata sgomitando nel negozio. Corsa pazza verso i pacchi dei televisori. E puntualmente arrivavano sempre prima gli altri facendogli trovare solo piccoli televisori. Per cui non gli parve vero nel 2016 essere giunto in tempo per prendere il suo pacco da 52 pollici. Alla cassa vedeva gli occhi famelici di chi aspettava con lui il proprio turno e si teneva il pacco ben stretto. Una volta pagato ed uscito stava già prefigurando l'immagine di sé davanti alla partita di basket con una birra fresca e il gran televisore. Ma proprio giunto davanti alla macchina, nel grande parcheggio, ad aspettarlo c'erano ben 3 malviventi che minacciandolo gli presero il suo bel 52 pollici. Risultato? Reynold è ancora lì a casa a guardare le partite su un dignitoso 32 pollici.

Una soluzione per chi vuole approfittare del Black Friday

Ognuna di queste storie ci racconta di quanto si è disposti a fare (crimini compresi) per arrivare a risparmiare, e di come nel farlo anche in modo onesto, molto spesso sono proprio gli innocenti ad esserne vittima. Chiaramente questi sono casi limite che ci si augura sempre di non dover vivere. Certamente però un dato oggettivo è la sempre maggior presenza del black Friday nel mondo dell'acquisto on line. Ovvero un modo che, pur avendo la possibilità di non arrivare per tempo a cogliere le migliori occasioni, tuttavia non mette nessuno in pericolo di essere calpestato, derubato e malmenato. E in più, se si riesce a sfruttare le offerte nel momento giusto, si fanno degli acquisti con grandissimi vantaggi economici. Un esempio positivo è certamente il Black Friday di Ignas, che sta per arrivare con grandi occasioni da prendere al volo per chiunque abbia in progetto una vacanza.

Vuoi viaggiare al prezzo + conveniente che mai con il nostro Black Friday? 

Sconto del 15% su TUTTO, solo per venerdì 29 novembre